Browse Category

Guide

Cosa Mettere in Valigia per Viaggiare Leggeri

Ci sono quelli che si arrotolano e poi non si stropicciano, quelli che si aprono completamente e poi si montano, quelli che pesano pochi grammi e pensi ma l’avro messa la giacca da sera in valigia? Tessuti tecnici, soluzioni quasi ingegneristiche, trame impalpabili dal peso irrisorio.

La moda studia e crea soluzioni per il vestire contemporaneo fatto di capi e accessori pratici e funzionali da infilare nel proprio bagaglio in vista di un viaggio d’affari o di piacere. Fibre di carbonio, nylon, i tessuti si studiano in laboratorio e se al loro debutto erano utilizzati perlopiù per capi dal sapore sporty, oggi si declinano anche per capi dal sapore più sartoriale.

Per viaggiare leggeri? Meglio scegliere alcune soluzioni intelligenti che in valigia occupano poco spazio e poi una volta aperta garantiscono massima resa. L’equilibrio perfetto poi, anche nel guardaroba da viaggio, è accostare questi capi a piccole soluzioni che da sempre contraddistinguono il nostro vestire.

Chi lo ha detto che in valigia la cravatta è meglio non portarla? Se in maglia, come tornata in voga di recente, si arrotola e si infila appositamente. E la camicia? Avete presente il lino? Ancor più bello se tutto stropicciato. I gemelli poi sono piccolissimi accessori, decisamente poco ingombranti. La giacca per il cocktail. C’è anche quella. Persino il cappello in paglia modello Panama.

Come Fare un Dentifricio Sbiancante in Casa

A volte non basta usare un dentifricio normale, figurati poi se dobbiamo spendere moltissimi soldi per diverse tipologie di dentifricio, ecco quindi come questa guida vi insegna come preparare in casa un ottimo dentifricio con azione sbiancante e energizzante!
Istruzioni

Occorrente
1 cucchiaio di bicarbonato
1 cucchiaio di caolino (argilla bianca)
2 gocce di olio essenziale di tea tree
2 gocce di olio essenziale di menta
Ciotola

Iniziamo a prendere una ciotolina e un cucchiaino che ci servirà per mescolare, quindi prendiamo il bicarbonato e adagiamolo nella ciotolina, a questo punto mettiamo un cucchiaino di acqua frizzante e amalgamiamo per far sciogliere le sostanze presenti nel bicarbonato, se vedete che diventa troppo liquido, aggiungete altro bicarbonato.

A questo punto, aggiungiamoci un cucchiaino di caolino e continuiamo a mescolare, facendolo sempre amalgamare bene, quasi ad ottenere una pasta, come per prima, se l’impasto diventa troppo liquido aggiungete bicarbonato, a questo punto aggiungetevi un paio di gocce di olio essenziale di tea e un paio di quelle alla menta.

Continuare ad amalgamare bene per qualche minuto fino ad ottenere un bel impasto omogeneo. A questo punto il dentifricio sbiancante è pronto, trasferiamo il tutto in un barattolino e proviamolo per circa 3 volte a settimana e vedrete i risultati, avrete denti davvero bianchi con questo metodo efficace.

Come Realizzare un Cuscino con una Maglietta

Con questa guida, di difficoltà media, vi voglio spiegare come sono riuscita a fare un bel cuscino utilizzando una vecchia tshirt. L’unica vera difficoltà, almeno per me, è stata usare la macchina da cucire, dato che non sono capace di usarla benissimo!

Occorrente
Una vecchia tshirt
Un cuscino da rivestire
Filo e macchina da cucire
Forbici e spilli

Come prima cosa stirate la tshirt, così sarà più semplice da tagliare. Poi iniziate in questo modo, tagliate le maniche e aprite la tshirt sui lati.
Misurate il cuscino che volete ricoprire, io ho utilizzato un cuscino di dimensioni 40 x 40 cm.
Ora misurate la tshirt in modo da centrare perfettamente il disegno sul cuscino.

Prese le misure, iniziate a tagliare sia il davanti che il dietro, secondo misure prese. Come si vede nella foto ho ottenuto il mio quadrato di circa 40 x 40 cm per entrambi i lati. Ora dovete prendere il quadrato di stoffa del dietro, misurare circa la metà e tagliare. Questo sistema vi permette di evitare di dover mettere una cerniera lampo per chiudere il cuscino.

Ora arriva la parte più complicata, dovete cucire un orlo alle due parti posteriori. Come nella foto qui sotto, ho puntato l’orlo con gli spilli e poi ho cucito.
Assemblate ora tutte le parti del cuscino, alla rovescia e cucite i quattro lati, sempre puntando gli spilli per facilitare la cucitura.
Rivoltate, inserite il cuscino ed il gioco è fatto.

Motivi per cui non si Perde Peso

Fare palestra, fare tanto allenamento non vuol dire necessariamente perdere peso. Non tutti i tipi di esercizi aiutano il corpo a rassodarsi e a perdere massa grassa, e favoriscono il nostro calo ponderale, anche perché in talune situazioni una perdita importante di energia ci può portare ad avere più fame e a soddisfarla anche con cibi che, con un sano e dietetico regime alimentare, non hanno niente a che vedere. Insomma, l’allenamento deve essere fatto con criterio e seguendo chi ne sa più di noi. Ecco intanto tre motivi per cui, nonostante la palestra, non si perde peso:

Attenersi alle regole base dell’esercizio fisico – Ognuno desidera creare esercizi che fanno lavorare in modo più divertente. E va bene, l’allenamento dovrebbe essere piacevole. Ma pensando che una palla, certi equilibrismi o salti, ci porteranno a essere in forma più velocemente è sbagliato. Se si desidera ottenere dei risultati, bisogna effettuare ciò che viene da sempre consigliato. Si tratta di esercizi classici, multi-muscolari come squat e stacchi. Funzionano perché ci costringono a usare più gruppi muscolari contemporaneamente. E i muscoli più si attivano, più la massa grassa di assottiglia.

Possono sembrare esercizi per ragazzi, ma non tutti gli squat sono fatti con un bilanciere caricato con un peso. Esistono alcune variazioni estremamente efficaci: afferriamo un paio di manubri e proviamo uno split squat bulgaro Le gambe e glutei ci ringrazieranno!

Meno cardio-fitness – Ci sono molte donne che eseguono il cardio come mezzo per perdere peso. Il cardio-fitness aiuta a bruciare le calorie ma invoglia anche a mangiare. Quindi, bisogna trovare dei modi più efficaci per bruciare calorie e, soprattutto, grassi. Vogliamo costruire un corpo che renda più facile godere dei cibi che amiamo? Secondo alcuni esperti il cardio non è la risposta o, almeno, non è la soluzione primaria. Con questo tipo di allenamento si bruciano calorie, ma non i grassi, e quindi è più facile riprendere peso. Se abbiamo intenzione di fare cardio, facciamolo dopo un allenamento con i pesi. O facciamo cardio a giorni alterni. Con il sollevamento pesi il nostro corpo si adatta alla nuova massa muscolare, il che significa che il metabolismo sarà più veloce, si consumeranno più calorie, e gli ormoni (come l’insulina) saranno in grado di gestire i cibi che amiamo.

Allenamenti ‘sociali’ – Abbiamo trascorso abbastanza tempo in palestra per sapere che fare il fitness sociale è una grande idea. Poche cose sono meglio che andare in palestra con gli amici o far parte di un gruppo di fitness, che si tratti di bootcamp, crossfit o zumba. La cosa che non va bene, è che ci si sta concentrando sull’aspetto sociale più che sull’allenamento stesso. Andare in palestra per fare esercizi di gruppo, ma non impegnarsi più di tanto perché l’aspetto primario è la socializzazione, rende inutili quel tipo di esercizi. E poi non cerchiamo di riparare con allenamenti intensi e prolungati. Non si ottengono i risultati sperati e il cuore si affatica.

Come Realizzare Cuscino alla Francese

Il cuscino alla francese, con la sua caratteristica forma a rotolo o a salsicciotto, pare che sia particolarmente adatto per chi soffre di dolori cervicali. A dire di chi lo usa è un cuscino molto comodo specie per vedere la tv a letto o per leggere. L’unico inconveniente sono le federe che essendo particolari non si trovano facilmente e, in caso positivo, risultano abbastanza costose.

Occorrente
Stoffa
Ovatta per imbottitura
Ago, forbici, cotone
Macchina per cucire
Nastro

Questo tipo di cuscino ha fodere amovibili, che si chiudono arricciando i due lati estremi con delle fettucce. Vediamo come si realizza il cuscino alla francese.
Prendi e arrotola l’ovattina di riempimento, in maniera non troppo stretta, fino a ottenere la dimensione in altezza che desideri per il tuo cuscino. Fissane, con ago e cotone, l’estremità a punti lenti.

Misura la circonferenza e taglia la stoffa larga quanto la stessa ciconferenza dell’ovattina arrotolata, aggiungendo però due cm in più per la cucitura laterale. La lunghezza deve essere pari alla stessa lunghezza dell’ovattina, più il diametro sempre dell’ovatta di riempimento. Calcola ancora 4 cm per i due passanastri alle estremità che dovrai fare quasi al termine del lavoro. Piega la stoffa a metà nel senso della larghezza, dritto contro dritto e cuci a 1 cm dagli orli.

Una volta fatta la cucitura, aprila bene e stirala. Rivolta ora, in sotto, i due bordi finali lasciati aperti e imbastiscili, uno alla volta, tutto intorno. Metti sotto il piedino della macchina e cuci. Schiaccia col ferro le due cuciture, scuci tre-quattro punti per infilare il nastro, usando una spilla di sicurezza o un passanastro. Inserisci all’interno l’imbottitura. Tira i nastri e annoda.