Come Scegliere un Animale Domestico

Avere un piccolo o grande compagno di avventura che faccia parte del mondo animale è un desiderio di molte persone: per alcuni resta un sogno, perché tempi e spazi non consentono di prendersene cura, altri invece, con caparbietà ma anche tanti sacrifici, ci riescono.

Scegliere l’animale da portarsi in casa, da accudire, curare, nutrire, coccolare non è affatto semplice: innanzitutto devi prendere in considerazione lo spazio che avrà a disposizione, se dentro casa o fuori, in giardino, in terrazzo o in balcone, quindi devi considerare il tempo che quotidianamente puoi dedicargli.

E se è vero che all’inizio si è presi dalla novità e si dedica parecchie ore ai piccoli amici animali, con il passar del tempo questa dedizione, come in quasi tutte le cose della vita, comincia ad affievolirsi. La scelta dell’animale propende quasi sempre per il cane o per il gatto, definiti come gli animali da compagnia per antonomasia, ideali sia per grandi che per piccini. Spesso però l’impegno assunto non è proporzionale al tempo o alla volontà disponibile, con conseguenze tristi e ben note.

La scelta deve essere fatta in funzione della tipologia della persona e delle attitudini personali: se per esempio sei una persona anziana, con molto tempo a disposizione, può occuparti di un animale che ti richiede del tempo anche per giocare. Analoga situazione può intendersi per una famiglia tipo, in cui gli impegni possono essere suddivisi tra più componenti del nucleo familiare: inoltre per i bambini, crescere insieme ad un cane o un gatto, significa imparare a rispettare altri esseri.

Come Scegliere un Anticalcare

Il calcare è un deposito di magnesio e carbonato di calcio che si forma in seguito ad una reazione chimica dovuta alla durezza dell’acqua. Un’acqua dura è un’acqua che contiene molto calcio, molto importante per il nostro organismo ma molto dannoso per le tubature della nostra lavatrice e dei nostri elettrodomestici in genere. Usare un anticalcare per la lavatrice può aiutarci ad evitare che le tubature si intasino creando spiacevoli inconvenienti quali perdite di acqua notevoli e quindi ingenti lavori di manutenzione se non, nei casi più seri, sostituzione della nostra lavatrice.

I prodotti anticalcare oggi in commercio sono un aiuto importante per impedire che si depositi del calcare sulle resistenze elettriche della nostra lavatrice ma non sempre questi prodotti sono indispensabili.
Se infatti l’acqua che utilizziamo è un’acqua dolce (che cioè non presenta una quantità esagerata di calcio), i prodotti anticalcare sono assolutamente inutili. Se, al contrario, l’acqua delle nostre tubature è piuttosto dura, quindi contiene alte dosi di calcio, un prodotto anticalcare è quello che fa al caso nostro.
Dobbiamo sapere comunque che tutti i detersivi che noi comunemente usiamo per la nostra lavatrice contengono una quantità di anticalcare anche se comunque, come ripetiamo, in caso di acqua ricca di calcare, l’uso di prodotto specifici come gli addolcitori è assolutamente consigliato.

In commercio, oltre alle normali polveri e pastiglie, possiamo trovare anche soluzioni alternative quali filtri che sfruttano le azioni di magneti per contrastare le formazioni di calcare. Tali filtri, attaccati direttamente al tubo della lavatrice, purificano l’acqua dal bicarbonato di sodio rendendola così più dolce.

Il bucato lavato con acqua dura risulta infatti meno morbido e tende a scolorire rapidamente i colori vivaci. Per questo usare prodotti anticalcare nei casi sopraindicati ci aiuta ad allungare la vita della nostra lavatrice ma anche quella dei nostri capi più delicati.

Come Rifare l’Imbottitura del Sofà

In questa guida vedremo come rifare l’imbottitura del sofà. Questo lavoro è davvero molto utile e particolare e quindi richiede un certo impegno e anche un certo dispendio di energie e tempo. E’ un lavoro lungo che richiede pazienza e precisione. Vediamo come eseguirlo.

Occorre intervenire sulla struttura di legno, sulle molle, sui vari strati di imbottitura e rivestimento, ma un buon risultato finale è alla portata di tutti. Rifare l’imbottitura di un mobile con le molle non è più difficile che costruire una cassettiera o metter giù un pavimento di legno. Proseguiamo.

Il lavoro viene eseguito su un divano a due posti, ma la tecnica vale anche per poltrone, sgabelli e materassi. Le fasi dell’operazione sono lo smontaggio della vecchia imbottitura, tesatura della molle, sistemazione della nuova imbottitura e rivestimento del divano. Ora proseguiamo e terminiamo il lavoro.

Dobbiamo capovolgere il divano, eliminare la leggera tela che di solito ne riveste la parte inferiore, fissata con sellerine o graffette che vanno tutte tolte accuratamente. Con le tenaglie o il levachiodi si staccano una per una dal telaio le cinghie di tela che reggono le molle senza però prendersi la briga di snodare.

Come Rifare il Sedile di una Vespa

La sella della vespa o di qualsiasi motociclo, col tempo si rovina, la finta pelle che la ricopre si screpola e si strappa. Se hai deciso di ricomprare la sella della tua vespa, sappi che con una spesa di 3 – 4 euro puoi fare tu stesso la copertura nuova alla sella. Con la mia guida sarai in grado di eseguire questo semplice lavoro.

Occorrente
Similpelle marrone o nera centimetri 100 x 70
Chiave inglese da 13
Una spillatrice a scatto
Pinza e giravite

Con la chiave da 13 millimetri smonta i perni che fissano la cerniera della sella alla carrozzeria. Poni la sella su un piano e togli tutti gli spilli che fissano il coprisella alla struttura, aiutati col giravite per sollevare gli spilli e con la pinza per estrarli. Togli completamente la copertura e scuci le cuciture laterali del frontale e del posteriore in modo da poterla stendere in piano.

Stendi il coprisella vecchio sulla similpelle nuova in modo che tu possa usarla come sagoma, procedi segnando con una biro seguendo la sagoma. Ritaglia con una forbice seguendo il segno della biro, ora se hai una macchina da cucire, fai le cuciture del frontale e del posteriore in modo da ricreare la sacca. Altrimenti devi rivolgerti a qualcuno che possa fare la cucitura.

Realizzata l’intera copertura, infila la struttura della sella, piega agli interni i bordi della similpelle, negli spigoli fai qualche taglietto piccolo che ti agevola nella sagomatura, fissa i lembi con gli spilli servendoti della spillatrice. Monta la chiusura praticando un piccolo foro nella nuova copertura e fissandola, rimonta la cerniera alla carrozzeria e goditi la tua nuova sella.

Come Arredare Casa Spendendo Poco

Dovete arredare casa ma non avete molto denaro a disposizione? Con questi consigli potrete rinnovare la vostra abitazione senza spendere un patrimonio. Puntare sulla praticità alla lunga si rivelerà estremamente conveniente.

Per arredare la propria abitazione in modo low cost, è indispensabile andare sul concreto, decorando il tutto con piccoli pezzi, anche se un po’ più costosi. L’importante è che i suddetti siano in grado di fare la differenza.

Iniziamo dunque con il soggiorno e la cucina.

Divani
Se non potete permettervi un nuovo divano ed il vostro è ridotto male, sarà sufficiente tappezzarlo con un copridivano nuovo di zecca per rinnovarlo. Preoccupatevi però di rispettare linea geometrica, quindi valutate se serve un copridivano con penisola, e colori del vostro divano, acquistando cuscini del medesimo colore o tappezzando i vostri con il medesimo tessuto e colore di quello adoperato per il divano. Scegliete una lampada in grado di richiamare i colori della tappezzeria. Così facendo, oltre ad abbellire la stanza e impreziosirla con nuovi elementi, creerete dei punti luce perfetti per, in grado di migliorare lo spazio e il senso di profondità.

Parquet
Il vostro parquet deve essere rinnovato e non avete i soldi per farlo? Un trucco potrebbe essere quello di ricoprirlo con un tappeto bizzarro e dai colori sgargianti. Un’altra idea economica per il salone? Se il vostro tavolo scricchiola e va sostituito, potreste pensare ad un tavolino di vetro. Su internet poi è possibile trovare cucine a metà prezzo, così come divani, appena usati. Le occasioni sul web non mancano di certo, tutto sta nel cogliere l’attimo e trovare qualcosa che si sposi alle proprie esigenze e desideri. Con un po’ di creatività riuscirete a arredare la vostra casa in maniera economica.

Arredare casa con pochi soldi, ormai è divenuto un imperativo. In tempi di crisi sono pochi coloro che hanno tanto denaro da spendere per arredare la propria abitazione. Per fortuna internet vi dà una grossa mano in tal senso. Armatevi di pazienza, visitate siti qua e là alla ricerca di idee originali e creative, fatevi consigliare da un amico/a un po’ più ferrato/a in materia.
Internet è un luogo virtuale, ma vi darà la possibilità di visionare foto e scegliere con calma. Non dimenticate mai di dare uno sguardo ad Ebay e a tutti gli altri siti specializzati nella vendita di mobili e arredamento usato.
Impegnando la testa riuscirete ad ottenere ciò che fa al caso vostro, senza spendere una fortuna. Ricordate poi che oggi esistono realtà come Ikea, in grado di proporre mobili di buona fattura a prezzi molto contenuti. Non tralasciate i mercatini, qui qualche occasione si trova sempre, dunque occhio.

Low cost è la parola d’ordine dei nostri tempi. Non solo viaggi, vacanze e abiti, ma anche arredamento. Single, conviventi, studenti universitari, pensionati, sono tantissime le categorie di persone che potrebbero aver necessità di un arredamento low cost. Per portare a casa un buon mobile a prezzo contenuto è indispensabile aver pazienza, studiare un’idea alternativa, non impuntarsi mai per avere quel determinato complemento d’arredo a tutti i costi. Cercate sempre delle valide alternative, la vostra flessibilità verrà premiata.
La creatività e l’intelligenza sono due potentissimi armi a vostra disposizione, non dimenticatelo mai. Il trucco per risparmiare sta nel sapersi inventare oggetti dal nulla e riciclare materiali che sembrano ormai pronti per la discarica. Entrando in quest’ottica riuscirete a fare del bene all’ambiente e alle vostre tasche.