Come Costruire un Separè

Il separé è un elemento decorativo utile e di grande effetto in una stanza, può essere posto in una camera da letto così come in una living room. Se ne vuoi uno che sia elegante, raffinato, ma allo stesso tempo originale, segui i consigli di questa guida.

Occorrente
Tre ante vecchie
Pistola di colla a caldo
Stoffe
Cerniere e viti
Smalto colorato
Passamaneria
Due cavalletti

Per prima cosa procurati tre vecchie ante, quelle con i listelli di legno al centro e la boiserie, magari le puoi trovare in un antico casolare oppure da un rigattiere. Scegli un colore di smalto che stia bene con le pareti e l’arredamento della stanza in cui vuoi mettere il separé. Metti le ante, una alla volta, su due cavalletti e inizia a dipingerle del colore che hai scelto.

Lascia asciugare lo smalto per una giornata intera, cioè 24 ore, possibilmente in un locale ben aerato. Quando lo smalto sarà ben asciutto, prendi un pezzo di stoffa e incollalo al centro della boiserie utilizzando la pistola di colla a caldo e premendo bene la stoffa sul legno in modo da non avere bolle d’aria.

Taglia l’eventuale stoffa in eccesso con le forbici, quindi, sempre con la colla a caldo, fai aderire una passamaneria ai bordi della stoffa in modo da nascondere gli antiestetici bordi frastagliati che hai tagliato in precedenza. Lascia asciugare la colla per circa mezz’ora e monta le cerniere,tre per lato, su ciascuna anta. Unisci le ante tra di loro avvitandole tramite le cerniere e il tuo separé è pronto.

Come Pulire il Bagno della Propria Casa

Ecco una guida contenente alcuni consigli per pulire il bagno di casa vostra, organizzandovi bene ed ottenendo, così, un ottimo risultato nel minor tempo possibile.

La prima essenziale mossa da fare per pulire bene un bagno è procedere al lavaggio delle mattonelle, sempre che vi siano nel vostro bagno. Sarà sufficiente utilizzare una pezza bagnata (e poi strizzata) in acqua e ammoniaca e cominciare a pulire da un lato della stanza: prima le mattonelle in alto, poi quelle in basso. Successivamente, asciugate con cura.

Se le pareti del vostro bagno non sono rivestite di mattonelle, allora avvolgete un panno asciutto o poco umido attorno ad una scopa e passate lungo la superficie alta del muro, al solo fine di eliminare la polvere che possa essersi accumulato sulle pareti. Procedete allo stesso modo per la parte sottostante delle pareti.

Terminate le pareti, cominciate dai vetri. Senza dubbio avrete nel vostro bagno una finestra ed uno specchio. Iniziate da questi. Utilizzate il detersivo più adatto per le superfici di vetro, avendo curo di pulire con una pezza pulita e precedentemente sciacquata sotto acqua fredda. In alternativa, è possibile utilizzare un lavavetri elettrico per velocizzare l’operazione.

Successivamente risciacquate e, infine, asciugate con una pezza. Se volete che i vetri della vostro finestra o del vostro specchio risultino puliti alla perfezione, privi di ogni alone, dopo aver asciugate la superficie con il canovaccio, asciugate nuovamente con della carta di giornale (quotidiano) appallottolata.

Se nel vostro bagno avete una lavatrice, utilizzate lo stesso detersivo e le stesse pezze (usate per finestre e specchi) anche per il vetro dello sportello della lavatrice e per ogni altra superficie di vetro. Se utilizzate la stessa pezza umida per pulire tutto il bagno, è opportuno che voi cominciate proprio dagli specchi (che richiedono l’utilizzo di una pezzo molto pulita).

Nel frattempo, se è necessario, versate su tutte le manopole (lavandino, bidè, doccia, vasca da bagno) e nelle parti circostanti dell’anticalcare e lasciatelo agire per qualche minuto; viceversa, se le manopole e i vari pomelli sono di acciaio, ricopriteli con il detersivo specifico che pulisce e rende lucido l’acciaio. Se avete, poi, delle manopole di ottone (anche alla porta, ad esempio), potrete utilizzare (oltre che il detersivo specifico) anche dello yogurt bianco magro scaduto, che è ideale per pulire l’ottone.

Mentre i diversi prodotti agiscono lentamente, pulite i vari oggetti presenti sui eventuali mobiletti che avete nel bagno. Se, ad esempio, avete sul mobile shampoo, creme, flaconi di profumi ecc… sarà sufficiente “spolverarli” con una pezza umida e poi tenerli da parte (ad esempio di una sedia portata in bagno all’occorrenza), al fine di avere la possibilità di pulire i mobiletti.

Per i mobili, utilizzate semplicemente dell’acqua o ammoniaca, a meno che on si tratti di mobili in legno, nel quale caso, potreste utilizzare degli ottimi prodotti (a base di aceto) che, miscelati con acqua, vi daranno una soluzione ottima per la pulizia del legno (rendendolo anche lucido e liscio). Dopo averli puliti ed asciugati, rimettete in ordine gli oggetti che su di essi erano appoggiati.

Ormai dovrebbe essere trascorso il tempo necessario a che l’anticalcare o il detersivo per l’acciaio (precedentemente versato sui rubinetti) abbia fatto effetto. Quindi, passatevi la pezza bagnata; successivamente, con il detersivo adatto, pulite anche i sanitari. Asciugate tutto con cura.

Infine, lavate il pavimento con acqua e detersivo, risciacquando un paio di volte. Terminato il lavaggio, potrete asciugare il pavimento con un pezza (anche quella che avete utilizzato per asciugare i sanitari). Un po’ di varichina nel water e qualche spruzzo di deodorante per l’ambiente, rendono il vostro bagno perfetto!

Come Costruire una Casetta per gli Uccelli

Le casette per uccelli non sono un prodotto molto diffuso nel mercato, ma questo non vuol dire che non sia possibile averne una. Se anche tu sei interessato ad averne una, costruiscila, segui bene questa guida, veloce e semplice e realizzerai la tua casetta.

Occorrente
2 pannelli trapezoidali
4 pannelli
Chiodini
Martello

Come prima cosa ti devi procurare i pannelli per costruire la casetta per un uccello di grandezza media.
Fai il progetto di questa casetta poi, con una sega a tazza, pratica un buco nella parte bassa del pannello trapezoidale, buco dal quale entrerà poi l’uccellino.
Inizia ad assemblare bene i pannelli.

Parti dai pannelli laterali, poi passa a quello posteriore, trapezoidale, chiuso.
Fissa poi il pannello di copertura, poi quello anteriore trapezoidale, in cui si trova il buco.
Fissa questo al resto della struttura con le apposite cerniere, così che tu possa guardare all’interno quando vuoi.

Tratta poi la casetta con l’impregnante: ti consiglio il tipo flatting, che protegge la casetta dagli agenti atmosferici e ti permette di dare poi il colore che preferisci.
Se non volessi costruire questa casetta, puoi sempre comprarne una, che potrai trovare in qualsiasi punto vendita specializzato.

Come Costruire un Semaforo per i Bambini

Con la costruzione di un semaforo gioco i bambini potranno pendere coscienza e riconoscere i colori e le varie funzioni del semaforo. Questo ti aiuterà a sviluppare la sicurezza nei bambini nei riguardi della strada, aiutandoli a conoscere le regole li stimolerai ad essere più sicuri

Occorrente
Vassoi per pasticcini
Carta velina nera
Carta lucida gialla rossa e verde
Bastoncini di bambù
Forbici e colla

Spiega cosa risulta essere un semaforo, a cosa serve e come funziona, poi prepara un vassoio, un bastoncino di bambù e pezzetti di carta lucida, metti a disposizione delle forbici a punta arrotondata e una colla stick. Poi aiuta il bambino a ricoprire tutto il vassoio con la carta velina nera e lascia che a modo suo la incolli sulla superficie.

A questo punto devi ritagliare tre cerchi dello stesso diametro usando come modello una tazzina o un piattino da caffè, uno rosso, uno verde, uno giallo. E dopo avere guardato insieme al tuo bambino un’immagine che raffiguri un semaforo, fagliela incollare nella posizione giusta in basso il verde, al centro il giallo e rosso in alto.

A questo punto il semaforo gioco è quasi pronto, fissa nella parte interna del vassoio, con un pò di colla caldo un bastoncino di bambù di circa 25 centimetri e il gioco e finito. Adesso tutto e pronto inventati un incrocio, una macchinina e il tuo bambino ti mostrerà come sarà bravo a darti i comandi attraverso i colori del semaforo.

Come Avere Capelli Perfetti

Ho sempre amato il mondo della bellezza, scoprire metodi, segreti e strategie per essere sempre al meglio. Potere conoscere qualche rimedio da poter utilizzare in casa e provarlo per sperimentare gli effetti è uno dei miei passatempi preferiti. Vi consiglio qualche rimedio casalingo da me testato con ottimi risultati.

Per avere riflessi dorati su capelli castano chiaro: bagnarli con della birra e poi metterli al sole. Ripetere non più di due volte a settimana per non sfibrare i capelli. Sciacquarli con acqua tiepida e normale shampoo appena rientrate a casa. Per avere riflessi ramati su capelli castani: dopo lo shampoo solito sciacquare i capelli con thé forte (tre bustine per due tazze). Ripete non più di una volta a settimana.

Per dare lucentezza ai capelli castani o neri che sembrano spenti: durante lo shampoo diluire nell’acqua dell’ultimo risciacquo una tazzina di caffé. Per togliere le macchie gialle dai capelli bianchi: durante lo shampoo diluire con l’acqua dell’ultimo risciacquo un cucchiaino di bicarbonato. Per togliere il grasso dai capelli se non hai il tempo di lavarli, fai uno shampoo secco con un cucchiaio di sale e mezzo bicchiere di amido, spolvera sui capelli e poi spazzola via.

Per evitare di perdere troppi capelli durante il lavaggio: dopo lo shampoo fare l’ultimo risciacquo con acqua fredda questo permette al cuoio capelluto di restringersi e lasciar cadere meno capelli. Per evitare di sciuparli: usa il phon in modo moderato mai alla temperatura più elevata e mai troppo vicino ai capelli, muovi il phon in modo che il getto di calore non sia diretto sempre nello stesso punto. Per non bruciare i capelli con la piastra: evita di farla male, prenditi un pò di tempo dividi i capelli a ciocche piccole e stira bene, durerà più a lungo questo ti eviterà di farla spesso e rovinare di più i capelli. Importante è anche scegliere il modello giusto, argomento relativamente al quale è possibile vedere questo sito sulla piastra per capelli.

Fare in casa un’ottima maschera per capelli: usa la maionese pura, stendine la giusta quantità nei capelli avvolgili in carta trasparente e lascia agire per 15 minuti. Sciacqua e procedi allo shampoo come fai di solito. Ripeti due volte al mese mai dopo la tinta però in questo caso fai passare due settimane. Avrai capelli morbidi e brillanti.