Come Realizzare Etichette Regalo con Washi Tape

Risulta essere da qualche tempo che non dedico una guida ai washi tape, ed allora stamattina ho pensato di preparare delle etichette regalo da potere usare nei vari compleanni che ormai sono abbastanza frequenti. Inoltre fra un mesetto mio fratello verrà a trovarmi e non vedo l’ora di ricevere un altro po’ di rotolini che lui compra a Bruxelles, e che andranno ad aumentare la mia collezione.

Anzi devo pensare a come organizzarli, che per adesso li ho tutti in una busta triste triste.

La prossima settimana preparerò un post dedicato a questo, cercando in rete delle idee perfette per tenerli sempre in ordine e pronti all’uso!

Queste etichette sono fatte con cartone di recupero, quello della pizza per la precisione che io ogni tanto metto da parte per questi lavori. In realtà voi non vedete cosa io ho in camera ed è meglio così perché ho scatoloni di roba che credo finirò fra qualche anno, che però sono molto utili quando sono in vena di cerare qualcosa, o anche di giocare con i bambini.

Come Scegliere la Bici Giusta

La bicicletta è un mezzo di trasporto che ci accompagna fin da quando eravamo piccoli. Inoltre rappresenta una valida alternativa ecologica all’automobile. Perfetta per i piccoli spostamenti cittadini, ma anche per gite o scampagnate fuori porta. Ma, come scoprire qual è la bici che fa per te?

Per prima cosa fatti queste domande: dove dovrò utilizzare la mia bici? E in particolare, la lascerò in un posto ben protetto oppure alla mercé di eventuali “ladri di biciclette”? Qual è il mio tetto massimo di spesa?
Questo ti serve innanzitutto per effettuare una prima fondamentale scelta: nuovo o usato?

City Bike, Mountain Bike o Bici da Corsa?
Altro fondamentale interrogativo è per cosa verrà utilizzata la tua bici.
Se stai cercando un mezzo veloce, gratuito, ecologico che ti permetta di arrivare al lavoro evitando di imbottigliarti nel traffico, allora quello che fa per te è una City Bike. Sono di solito mezzi di peso medio con un telaio robusto. Le ruote sono di media larghezza. Cosa importante è che questa bici ti garantisce comodità e agilità allo stesso tempo. Solitamente è fornita di cestino, portapacchi posteriore e lampade che funzionano a dinamo.
Il prezzo va dai 150 ai 250 euro circa.

Se invece utilizzerai la tua bicicletta per fare lunghe scampagnate, magari su terreni più o meno scoscesi, preferirai acquistare una Mountain Bike. Questa bici ha un telaio robusto, delle ruote di media larghezza ma con incisioni profonde sui copertoni, che permettono aderenza su terreni accidentati. Solitamente non è fornita di portapacchi, ma è bene sceglierne una con il parafanghi sulle ruote. Prezzi dai 200 ai 500 euro.

Infine, se il tuo scopo è allenarti e fare lunghi tragitti a velocità sostenuta scegli una Bici da Corsa. Le sue caratteristiche sono un telaio leggerissimo, accessori ridotti al minimo, manico ergonomico e ruote fini.
Per utilizzare questa bici, puoi abbinare il classico abbigliamento da corridore, completo di scarpe che si agganciano ai pedali.
I prezzi per questo tipo di mezzo sono ovviamente più elevati, dai 500 euro in su.

Come Scegliere un Animale Domestico

Avere un piccolo o grande compagno di avventura che faccia parte del mondo animale è un desiderio di molte persone: per alcuni resta un sogno, perché tempi e spazi non consentono di prendersene cura, altri invece, con caparbietà ma anche tanti sacrifici, ci riescono.

Scegliere l’animale da portarsi in casa, da accudire, curare, nutrire, coccolare non è affatto semplice: innanzitutto devi prendere in considerazione lo spazio che avrà a disposizione, se dentro casa o fuori, in giardino, in terrazzo o in balcone, quindi devi considerare il tempo che quotidianamente puoi dedicargli.

E se è vero che all’inizio si è presi dalla novità e si dedica parecchie ore ai piccoli amici animali, con il passar del tempo questa dedizione, come in quasi tutte le cose della vita, comincia ad affievolirsi. La scelta dell’animale propende quasi sempre per il cane o per il gatto, definiti come gli animali da compagnia per antonomasia, ideali sia per grandi che per piccini. Spesso però l’impegno assunto non è proporzionale al tempo o alla volontà disponibile, con conseguenze tristi e ben note.

La scelta deve essere fatta in funzione della tipologia della persona e delle attitudini personali: se per esempio sei una persona anziana, con molto tempo a disposizione, può occuparti di un animale che ti richiede del tempo anche per giocare. Analoga situazione può intendersi per una famiglia tipo, in cui gli impegni possono essere suddivisi tra più componenti del nucleo familiare: inoltre per i bambini, crescere insieme ad un cane o un gatto, significa imparare a rispettare altri esseri.

Come Scegliere un Anticalcare

Il calcare è un deposito di magnesio e carbonato di calcio che si forma in seguito ad una reazione chimica dovuta alla durezza dell’acqua. Un’acqua dura è un’acqua che contiene molto calcio, molto importante per il nostro organismo ma molto dannoso per le tubature della nostra lavatrice e dei nostri elettrodomestici in genere. Usare un anticalcare per la lavatrice può aiutarci ad evitare che le tubature si intasino creando spiacevoli inconvenienti quali perdite di acqua notevoli e quindi ingenti lavori di manutenzione se non, nei casi più seri, sostituzione della nostra lavatrice.

I prodotti anticalcare oggi in commercio sono un aiuto importante per impedire che si depositi del calcare sulle resistenze elettriche della nostra lavatrice ma non sempre questi prodotti sono indispensabili.
Se infatti l’acqua che utilizziamo è un’acqua dolce (che cioè non presenta una quantità esagerata di calcio), i prodotti anticalcare sono assolutamente inutili. Se, al contrario, l’acqua delle nostre tubature è piuttosto dura, quindi contiene alte dosi di calcio, un prodotto anticalcare è quello che fa al caso nostro.
Dobbiamo sapere comunque che tutti i detersivi che noi comunemente usiamo per la nostra lavatrice contengono una quantità di anticalcare anche se comunque, come ripetiamo, in caso di acqua ricca di calcare, l’uso di prodotto specifici come gli addolcitori è assolutamente consigliato.

In commercio, oltre alle normali polveri e pastiglie, possiamo trovare anche soluzioni alternative quali filtri che sfruttano le azioni di magneti per contrastare le formazioni di calcare. Tali filtri, attaccati direttamente al tubo della lavatrice, purificano l’acqua dal bicarbonato di sodio rendendola così più dolce.

Il bucato lavato con acqua dura risulta infatti meno morbido e tende a scolorire rapidamente i colori vivaci. Per questo usare prodotti anticalcare nei casi sopraindicati ci aiuta ad allungare la vita della nostra lavatrice ma anche quella dei nostri capi più delicati.

Come Rifare l’Imbottitura del Sofà

In questa guida vedremo come rifare l’imbottitura del sofà. Questo lavoro è davvero molto utile e particolare e quindi richiede un certo impegno e anche un certo dispendio di energie e tempo. E’ un lavoro lungo che richiede pazienza e precisione. Vediamo come eseguirlo.

Occorre intervenire sulla struttura di legno, sulle molle, sui vari strati di imbottitura e rivestimento, ma un buon risultato finale è alla portata di tutti. Rifare l’imbottitura di un mobile con le molle non è più difficile che costruire una cassettiera o metter giù un pavimento di legno. Proseguiamo.

Il lavoro viene eseguito su un divano a due posti, ma la tecnica vale anche per poltrone, sgabelli e materassi. Le fasi dell’operazione sono lo smontaggio della vecchia imbottitura, tesatura della molle, sistemazione della nuova imbottitura e rivestimento del divano. Ora proseguiamo e terminiamo il lavoro.

Dobbiamo capovolgere il divano, eliminare la leggera tela che di solito ne riveste la parte inferiore, fissata con sellerine o graffette che vanno tutte tolte accuratamente. Con le tenaglie o il levachiodi si staccano una per una dal telaio le cinghie di tela che reggono le molle senza però prendersi la briga di snodare.