Come Fare uno Chignon Laterale

Lo Chignon laterale è una delle acconciature predilette al momento anche dalle Star del cinema è della tv. E’ un’acconciatura elegante ma facile da portare. Non troppo impegnativa ma d’effetto. Riprodurla a casa, fai fa te, ed in pochi minuti, non solo è possibile ma anche più facile di quanto non si possa pensare.

Occorrente
Capelli lunghi
Elastici trasparenti
Ferretti

L’acconciatura è molto semplice, però occorre che i capelli siano di lunghezza medio-lunga. La frangetta dev’essere laterale ed apposta nello stesso lato in cui si vuole creale lo chignon. E’ preferibile arricciare la frangia lievemente, con un bigodino oppure con la piastra. Ad ogni modo nelle fasi iniziali, per comodità, è meglio tenerla lontana dagli altri capelli con un ferretto o un gancio per capelli.

Tutti i capelli vanno appoggiati sulla stessa spalla (ben pettinati in fase preliminare). Devi intrecciarli in modo tradizionale. Quindi, dividili tutti in tre ciocche e sovrapponile progressivamente alla centrale. Non preoccuparti della precisione, al contrario occorre ‘allargare’ le ciocche intrecciate fino a scomporle leggermente. Tale passaggio contribuirà all’effetto finale.

Intrecciati tutti i capelli ed ‘allargati’ come precedentemente spiegato, si possono fissare alle punte con un elastico trasparente. Questa treccia un po’ scomposta dev’essere ora arrotolata su se stessa fino a salire fin dietro l’orecchio. Ottenuto lo chignon lo si deve fissare con dei ferretti. In tali operazioni è comodo un secondo specchio. Si aggiusta lo chignon secondo estetica e poi si scioglie la frangetta e la si sovrappone in punta allo stesso chignon come a congiungerli.

Come Utilizzare l’Aglio Come Prodotto di Bellezza

Anche se l’aglio ha molte proprietà benefiche, sarai d’accordo con me che questo bulbo ha un odore terribile. Nonostante questo, è molto usato per preparare una lozione antisettica e per eliminare i calli e i duroni. In questa guida ti spiegherò come prepararli in casa.

Per eliminare calli e duroni: se stai soffrendo perché hai i calli e/o i duroni, puoi ricorrere a un veloce rimedio casalingo pesta in un mortaio due spicchi di aglio, appena gli spicchi saranno ridotti in poltiglia. Aggiungi un cucchiaino di olio d’oliva caldo e amalgama per bene i due elementi, formando una specie di pomata densa.

Una volta formata questa pomata, devi usarla immediatamente e metterla sul callo, fasciando con un fazzoletto pulito, con una pezza di tela o con una garza sterile.Questa operazione la devi fare la sera prima di andare a letto, cambiando la fasciatura ogni sera. Fai questa operazione finché il callo o il durone potrà essere rimosso.

Per fare una lozione antisettica: metti a macerare 5 gr di spicchi d’aglio fresco leggermente tagliuzzati in 55 gr di alcool puro a 95 gradi per almeno tre giorni. Passato questo periodo, filtra il tutto e aggiungi 40 gr di acqua distillata. Per contrastare l’odore terribile, aggiungici qualche goccia della tua essenza preferita (la lavanda è la migliore). Essa stimola la crescita dei capelli e ti aiuta a combattere la forfora.

Cosa Mettere in Valigia per Viaggiare Leggeri

Ci sono quelli che si arrotolano e poi non si stropicciano, quelli che si aprono completamente e poi si montano, quelli che pesano pochi grammi e pensi ma l’avro messa la giacca da sera in valigia? Tessuti tecnici, soluzioni quasi ingegneristiche, trame impalpabili dal peso irrisorio.

La moda studia e crea soluzioni per il vestire contemporaneo fatto di capi e accessori pratici e funzionali da infilare nel proprio bagaglio in vista di un viaggio d’affari o di piacere. Fibre di carbonio, nylon, i tessuti si studiano in laboratorio e se al loro debutto erano utilizzati perlopiù per capi dal sapore sporty, oggi si declinano anche per capi dal sapore più sartoriale.

Per viaggiare leggeri? Meglio scegliere alcune soluzioni intelligenti che in valigia occupano poco spazio e poi una volta aperta garantiscono massima resa. L’equilibrio perfetto poi, anche nel guardaroba da viaggio, è accostare questi capi a piccole soluzioni che da sempre contraddistinguono il nostro vestire.

Chi lo ha detto che in valigia la cravatta è meglio non portarla? Se in maglia, come tornata in voga di recente, si arrotola e si infila appositamente. E la camicia? Avete presente il lino? Ancor più bello se tutto stropicciato. I gemelli poi sono piccolissimi accessori, decisamente poco ingombranti. La giacca per il cocktail. C’è anche quella. Persino il cappello in paglia modello Panama.

Come Stendere Panni in Inverno

In inverno non è possibile stendere fuori, bisogna quindi trovare delle soluzioni per fare asciugare i panni in modo veloce. Vediamo quali sono le migliori.

Iniziamo dai rimedi che è possibile attuare sfruttando quello che si ha in casa.
Il primo consiglio è quello di fare la doppia centrifuga in lavatrice, in questo modo infatti i panni asciugheranno più in fretta.
Una volta fatto questo, bisogna stendere bene i panni Stendere bene non solo li farà asciugare prima, ma ti renderà molto più semplice l’operazione di stiratura.
Infine, è utile sfruttare i termosifoni. Bisogna quindi posizionare lo stendibiancheria vicino al termosifone, così da sfruttarne il calore.

In alternativa, è possibile sfruttare alcuni elettrodomestici specifici.

Per iniziare, l’asciugatrice.
Utilizzando questo dispositivo è possibile evitare di avare panni bagnati per casa che portano umidità, infatti il bucato uscirà dall’asciugatrice pronto per essere piegato e messo nell’armadio.
L’unico limite è nei consumi energetici. Bisogna scegliere un modello moderno, e costoso, se si vuole evitare di avere un impatto sulla bolletta.

Un’alternativa è rappresentata dallo stendibiancheria elettrico.
In Italia non è ancora molto diffuso, a differenza dei paesi più freddi, dove invece è molto apprezzato.
Si tratta di uno stendino dotato di sei barre in alluminio riscaldate, che ha un consumo energetico molto limitato.
Bisogna però considerare asciugherà il bucato soprattutto nella parte di stoffa poggiata sulla barra riscaldata, di conseguenza sarà necessario spostare i capi per farli asciugare in modo completo.

Un’altra soluzione consiste nell’utilizzare un deumidificatore nella stanza in cui ci sono i panni da asciugare.
Bisogna considerare, però, che anche se il suo consumo è minore rispetto a a quello dell’asciugatrice, necessita di molto più tempo per completare l’operazione, per cui alla fine andrà a incidere comunque sulla bolletta a fine mese.

Un’ultima possibilità è l’armadio per l’asciugatura, un vero e proprio armadio in cui riporre i panni bagnati e ritrovarseli asciutti e puliti.
Si tratta di un dispositivo piuttosto recente, che permette di avere, un risparmio energetico del 50% rispetto alle asciugatrici in commercio, anche se ha dei prezzi abbastanza elevati.

Le possibilità sono quindi numerose.

Come Utilizzare l’Aceto Come Prodotto di Bellezza

Non ci crederai, ma ancora oggi l’aceto viene usato per la preparazione di lozioni e tonici di bellezza. E pensare che lo usavo solo come condimento! In questa guida ti spiegherò come usare l’aceto per avere i denti sani, per la pulizia della tua pelle e per combattere quei antiestetici foruncoli che appaiono nel tuo viso nei momenti meno appropriati.

Per avere una dentatura sana: procurati 100 cc di aceto e una decina di chiodi di garofano. Metti il tutto in un contenitore ermetico di vetro e lascia macerare il tutto per almeno tre mesi. Trascorso questo tempo lo devi usare diluito: in un bicchiere di acqua un cucchiaino da caffè e fai degli sciacqui dopo i pasti. Il tuo alito sarà più fresco e i tuoi denti saranno splendenti.

Se hai la pelle sensibile che si irrita facilmente,ecco un rimedio per la pulizia della pelle irritabile: dopo esserti lavata con un sapone neutro o con sapone di Marsiglia, puoi sciacquarti con dell’acqua in cui avrai diluito un po’ di aceto. La miscela di acqua e aceto e ridarà alla tua pelle la sua giusta acidità e non si irriterà.

Contro i foruncoli: metti a macerare in mezzo litro di aceto rosso una decina di chiodi di garofano, 4 cucchiai di fiori di lavanda, 1 bastoncino di cannella frantumato, 4 cucchiai di foglie di timo. Esponi il contenitore al sole e lasciacelo per 15 giorni, poi filtra il contenuto e conservalo in una bottiglia di vetro. Ogni sera prima di andare a dormire pulisci il viso con un batuffolo di cotone imbevuto di questo preparato. Dopo un po’ di tempo vedrai che la tua pelle sarà più asciutta, più lisci a e senza foruncoli.