Come Preparare il Savarin

Oggi andiamo a preparare un dolce molto particolare. Il savarin è molto genuino ricco di sapore e leggero quindi può essere consumato da tutti anche da chi sta seguendo una dieta dimagrante. ovviamente senza eccedere. Abbastanza veloce la sua preparazione.

Occorrente
300 g farina
4 uova
8 g di sale
15 g lievito di pane
1 dl latte
150 g burro
50 g zucchero
Polvere di mandorle o scorze di cedro tritato
Sciroppo al rum

Partiamo alla conquista di questo dolce preparando con cura e molta attenzione tutte le dosi degli ingredienti, fattore estremamente importante per ottenere la sua perfetta realizzazione.
Mettiamo il burro e il latte fuori dal frigorifero almeno 15 minuti priima di utilizzarlo per renderlo a temperatura ambiente.

Mettiamo la farina in una terrina e versiamoci al centro il lievito diluito con un pò di latte tiepido e aggiungiamo le uova intere.
Lavoriamo con la mano per rendere la pasta soffice e incorporiamo in modo abbastanza lento il burro a pezzettini ben ammorbiditi.
Lasciamo lievitare la pasta, coperta, non lontana da una fonte di calore.

Quando il volume è raddoppiato aggiungiamo il sale, lo zucchero e continuiamo a lavorare con le mani.
Imburriamo uno stampo e riempiamolo a metà di pasta.
Conserviamolo al caldo fino a che non abbia raggiunto i bordi.
Cuociamo a forno caldo 35-40 minuti.
Subito dopo gli facciamo un bagno con uno sciroppo di rum.
Serviamo dopo circa 30 minuti.

Come Preparare Sartù di Riso

In questa guida vedremo come preparare questo gustoso riso con finto ragù. Le quantità sono da intendersi per quattro persone e il tempo di preparazione è di circa trenta minuti. Veramente molto semplice da preparare.

Vediamo subito come fare per realizzarla.

Occorrente
1 grossa cipolla,
Sugna,
Olio,
1 dado di brodo,
Vino rosso,
Salsa concentrata,
1 Kg di riso,
200gr di parmigiano,
200 di romano,
2 uova ,
500gr di fior di latte,
200gr di burro,
Carne macinata,

Prima di tutto fare soffriggere la cipolla finemente in olio e sugna. Aggiungete il dado di brodo e quando sarà ben soffritto, far evaporare un mezzo bicchiere di vino rosso. Poi unire poco alla volta il concentrato; quando è ben cotta aggiungere un pò d’acqua e far cuocere per circa un’ora e mezza.

Cuocete i piselli con il burro e appena pronti aggiungere un pò di parmigiano, friggere le polpette, e tagliare a fettine sottili il fior di latte. Lessare il riso in acqua bollente con sale, senza mai girarlo. Quando il riso è al dente porlo in una zuppiera e lasciarlo intiepidire. Aggiungere le uova, il parmigiano, il romano, e mescolare con una parte del finto ragù.

Contemporaneamente ungere ed impanare uno stampo e versando un primo strato di riso, ricoprire i piselli, il fior di latte e le polpettine ed ancora cospargere il tutto con sugo e formaggio. Lo stesso procedimento, dopo aver messo un secondo strato di riso. Chiudere con riso e pane grattugiato. Infornare per circa un’ora.

Come Preparare Succo di Carote e Mango

Risulta essere un succo molto particolare ed esotico, adatto soprattutto per il periodo estivo.

Acquista un sapore alquanto dolce, date le carote ed anche la presenza del mango, è abbastanza nutriente e dissetante e lascia un retrogusto veramente molto particolare.

Occorrente
200 gr. di succo di carote centrifugate
150 gr. di polpa di mango
Acqua frizzante
Fogliolina di sedano (come adornamento)

Prima di procedere, verificare di aver messo a disposizione sul tavolo di lavoro tutti gli ingredienti necessari, seguendo le quantità consigliate. Solo successivamente procedere tagliando finemente le carote ed anche il mango, che verranno poi lavorate per ottenere il succo di frutta, dalla consistenza densa ed omogenea. Per fare questo è consigliabile utilizzare un estrattore, che mantiene le proprietà degli alimenti. Per informazioni su questi dispositivi è possibile vedere questo sito sugli estrattori di succo.

A questo punto, non appena ottenuto il succo di carota e mango, sarà possibile aggiungere dei cubetti di ghiaccio, se gradito, ed anche acqua liscia o frizzante, sempre a seconda delle esigenze, al fine di diluire maggiormente il succo che, altrimenti, risulterebbe decisamente troppo denso e compatto.

Non appena ottenuta la giusta consistenza del succo di frutta di carota e mango, sarà possibile servire in bicchieri da cocktail trasparenti e adornare, se gradito, con delle foglioline di sedano. Il succo sarà decisamente molto colorato ed estivo, nutriente e saporito, ma delicato e vellutato, grazie alla presenza del mango.

Come Preparare Granola alla Cannella

In questa guida ti spiegherò come preparare granola alla cannella con frutta fresca. Una vera golosità, un porridge dolce e fruttato, preparato con una granola fatta in casa e lasciato tutta la notte in infusione nel latte alla cannella. Puoi aggiungere frutti di bosco o frutta fresca.

Occorrente
Ingredienti per 4 persone
400 ml di latte intero, più extra per servire
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
2 cucchiai di miele chiaro
200 g di frutta fresca e frutti di bosco (fragole, lamponi, pesche)
Per la granola
200 g di avena in fiocchi
50 g di avena
50 g di fiochi integrali
150 g di nocciole miste (noci, mandorle, noci macadamia, anacardi) tostate e spezzettate
2 cucchiai di semi di girasole
2 cucchiai di semi di zucca
2 cucchiai di semi di sesamo
50 g di uvetta
100 g di frutta secca mista (albicocche, fichi, datteri, banana, mango) a pezzi

Per preparare la granola, metti i fiochi d’avena in una padella e tostali a fuoco medio, mescolando, fino a quando diventano dorati. Trasferisci in una ciotola ampia. Ripeti con gli altri cereali, il mix di nocciole e i semi, uno alla volta. Lascia raffreddare, poi aggiungi l’uvetta e la frutta secca e riponi tutto in un contenitore ermetico.

In alternativa, non fare tostare gli ingredienti, mettili semplicemente tutti in una ciotola ampia, mescola bene e trasferisci in un contenitore ermetico. Per questa ricetta ti servono 300 g di granola o di muesli non tostato, puoi conservare il resto in un contenitore ermetico per 2 setimane.
Metti il latte, la cannella e il miele in un pentolino.

Fai scaldare fino al punto di ebollizione, poi togli dal fuoco.
Dividi 300 g di granola tra 4 ciotole per cereali. Versa sopra il latte caldo, lascia raffreddare, poi tieni in frigorifero per tutta la notte. Servi la granola a temperatura ambienete, ricoprendola con frutta fresca e frutti di bosco a tua scelta

Come Visitare la Città Xi’An in Cina

Quale capitale dell’impero per oltre 1000 anni, Xi’an ha a lungo rappresentato il centro della Cina. Molto interessante la città murata all’esterno si trovano i guerrieri di terracotta e le tombe imperiali. Xi’an, questa bellissima città storica, merita sicuramente una visita.

Le imponenti mura cittadine di Xi’an sono alte 12 m e si estendono per 14 km intorno alla Città Vecchia. All’altezza della Porta Meridionale è possibile salire e camminare lungo le massicce fortificazioni di epoca Ming, oppure fare un giro su un tram elettrico (50 RMB). Subito oltre la porta, il Museo della Foresta di Stele (tutti i giorni 8-18), ospitato nell’ex Tempio di Confucio, contiene una collezione di oltre 1000 tavole di pietra inscritta, alcune delle quali permettono uno sguardo sulla gloriosa storia di Xi’an.

La Torre della Campana, eretta nel 1384, domina l’incrocio vicino al centro della città murata ed è sede, quasi tutti i pomeriggi, di spettacoli musicali. La Torre del Tamburo (apr-fine ott tutti i giorni 8.30-21.30; nov-fine mar 8.30-17.30) sorge nei pressi, all’angolo con il quartiere musulmano di Hui, dove potrete visitare i bei giardini della Grande Moschea (tutti i giorni 8-20.30).

Circa 1 km a sud-ovest della Porta Meridionale, la Pagoda della Piccola Oca (Xiaoyan Ta, tutti i giorni 9-17) si erge per 43 m con una serie di 15 terrazze. Sulla cima di questa raffinata struttura d’epoca Tang si gode di belle vedute sulla città. La più alta Pagoda della Grande Oca (Dayan Ta, tutti i giorni 8.30-18) sorge circa 2,5 km a sud-est in quello che fu il Tempio della Grazia Materna (Da Ci’en Si). La struttura fu eretta nel 652 d.C. per accogliere scritti buddhisti provenienti dall’India.

Inaugurato nel 1991 e allestito in un enorme edificio di epoca Tang, il Museo di Storia dello Shaanxi (Shaanxi Lishi Bowuguan) dispone di una collezione di circa 370 000 pezzi a coprire un periodo che parte dalla preistoria e arriva alla dinastia Qing. Di particolare interesse al primo piano, dove sono esposti i ritrovamenti del neolitico e materiale delle prime dinastie, un tegame di cottura tripode con incisioni dell’epoca Shang.

L’esercito di terracotta. Ritrovati nel 1974 da alcuni abitanti del villaggio intenti a scavare un pozzo, le schiere sotterranee a grandezza naturale di guerrieri di terracotta e cavalli in assetto di guerra furono originariamente create per custodire la tomba di Qin Shi Huang, l’imperatore artefice dell’unificazione della Cina, nel 221 a.C A oggi, sono state ritrovate oltre 8000 statue in tre scavi diversi. Il primo e più grande contiene circa 6000 soldati a piedi, cavalli e carri.

Nel secondo scavo ci sono 1400 tra cavalieri e fanti, concepiti per fungere da guardia. Lo scavo più recente, che è anche il più piccolo, contiene le statue di circa 68 ufficiali di alto rango e un carro trainato da quattro cavalli. Il livello di dettaglio delle statue è formidabile. Ogni guerriero ha fattezze proprie, probabilmente modellate su una persona allora vivente, e gran parte di essi impugnava in origine armi vere.