Come Preparare Ananas Caramellato

Stamattina mi sono svegliata con la voglia di qualcosa di particolarmente dolce e gustoso. Ecco quindi che ho deciso di preparare un po’ di ananas caramellato.

L’ananas è una pianta che vede la sua origine nell’America del Sud, quando era ancora popolata da Maya, Aztechi e Incas. Queste popolazioni, poi, avevano deciso di estenderne la coltivazione in tutte le zone della fascia tropicale sud americana, tanto era buono il gusto di questo frutto.

Ingredienti
ananas, 1
zucchero di canna, 100gr
limoni, succo di 2
yogurt alla vaniglia, 2
cannella in polvere

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta prendendo l’ananas, sbucciandola e togliendoci il torsolo centrale. Tagliate quindi a fette molto sottili la polpa.
Prendete ora una padella e fate caramellare 50gr di zucchero di canna e il succo di 1 limone. Quando vedete che si sta formando una cremina, aggiungete le fette di ananas e fate caramellare da entrambe le parti. Toglietele poi dalla padella e mettetele sopra una teglia che avrete precedentemente avvolto con della carta forno. Ripetete lo stesso procedimento con l’altra metà degli ingredienti.
Servite l’ananas non appena lo zucchero si sarà cristallizzato, accompagnandolo con lo yogurt e una spolverata di cannella.

Come Preparare Insalata di Pesche e Melone

La ricetta che vi voglio proporre oggi riguarda la realizzazione di un secondo piatto a base di verdura e frutta davvero molto semplice e veloce da preparare: si tratta dell’Insalata con pesche e melone.

Pronta in pochi minuti, è perfetta da proporre sia come contorno che come piatto unico. Per ottenere un migliore risultato, tuttavia, è indispensabile scegliere degli ingredienti freschissimi.

Ingredienti
insalata verde, 100gr
misticanza, 50gr
melone, mezzo
pesche, 4
sale, pepe, olio

Tempo di preparazione: 15 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dalla frutta: private il melone dei semini interni e tagliatelo in fette non troppo spesse; privatelo della buccia esterna e create una dadolata con la polpa formata da tanti piccoli pezzetti. Prendete poi le pesche, lavatele e tagliatele a cubetti, quindi privatele dell’osso interno.

Passate poi all’insalata: sciacquate la verde e la misticanza in una ciotola colma di acqua del rubinetto, quindi passatela nella centrifuga, in modo da privarla di quanta più acqua possibile.

Prendete ora una ciotola abbastanza capiente e riempitela con l’insalata e la misticanza; aggiungete poi la frutta e condite il tutto con un pizzico di sale e pepe ed un filo di olio. Se vi piace il gusto, potete anche versare un filo di glassa di aceto balsamico. Servite subito.

Come Preparare Involtini di Merluzzo

Un secondo di pesce invitante e gustoso: gli involtini di merluzzo. Ecco come preparare in poche mosse una portata leggera, poco calorica, ma molto salutare, a a base di pesce fresco con ripieno di gustose zucchine. Vediamo insieme la ricetta sfiziosa, e facile.

Gli ingredienti
6 filetti di merluzzo freschissimo
2 zucchine
una cipolla bianca
un limone
cinque pomodorini Pachino
una manciata di olive nere snocciolate
sale
pepe
olio extra vergine d’oliva
prezzemolo fresco, un mazzetto

La preparazione
Prendete i filetti di merluzzo freschi, sottili e già pronti all’uso e stendeteli su un piano di lavoro. Lavate le zucchine e con l’aiuto di un pelapatate ricavate delle fettine verticali molto sottili. Adagiatele sui filetti di merluzzo. In una terrina mettete la cipolla tritata, i pomodorini lavati e tagliati a cubetti piccolissimi, il prezzemolo tritato e le olive tagliate a rondelle. Condite il tutto con olio, sale e pepe. Farcite i filetti con il ripieno, solo al centro. Arrotolate e chiudete con uno stecchino di legno.

Adagiate gli involtini su una placca da forno, ben distanziati tra loro. Condite con un filo di olio e il succo di limone, spolverate con pepe e prezzemolo tritato, Infornate a 180 gradi per venti minuti. Servite con una salsina fresca a piacere.

Come Migliorare la Ricezione del Digitale Terrestre

Per usare un televisore in un’area della casa ove non sia presente il collegamento di antenna centralizzato, si può ricorrere alle antenne da interno. Esse consentono di ricevere, naturalmente, in aggiunta ai canali visionabili con antenna tradizionale, i nuovi canali del digitale terrestre, ma presentano una potenza di trasmissione inferiore a quella del segnale analogico. Come fare per ottenere una buona ricezione?

Per migliorare la ricezione delle antenne da interno, è bene che tu scelga modelli di antenna di tipo amplificato. Questi sono, infatti, in grado di potenziare il segnale ricevuto via etere. Devi tenere conto inoltre, delle condizioni ambientali, in quanto tali antenne non danno risultati di ricezione mgliori di quelli di un’antenna centralizzata. In alternativa, è possibile comprare un dispositivo come questi amplificatori antenne.

Evita di posizionare l’antenna dietro al televisore o vicino alla base di un telefono cordless o di un attacco Internet Wireless, data la sua elevata sensibilità alle interferenze. Inoltre, la posizione e l’orientamento dell’antenna rivestono un’importanza fondamentale per la qualità della ricezione.

Nel caso in cui tu disponga di un decoder con visualizzazione della potenza di ricezione, puoi ottimizzare la posizione dell’apparecchio tramite lo schermo che mostra sia il livello che la qualità del segnale (solitamente puoi trovarlo nel menu ” Impostazioni ” o simili). La posizione ottimale dell’antenna è quella in cui il livello e la qualità del segnale sono al massimo.

Come Avere l’Alito Profumato

A volte succede che ci troviamo con altre persone, sul posto di lavoro, sull’ascensore, con il proprio o la propria fidanzata, e sentiamo uno sgradevole odore di alito pesante. Tutto ciò può essere un problema nella conoscenza e nello stare con altre persone. In questa guida troverai il modo efficace per curare questo aspetto della tua persona.

L’odore e il profumo del tuo alito dipende, molte volte, dalla tua alimentazione e dalla cura della tua bocca e dei denti. Questa è la premessa per capire da dove arriva un alito maleodorante. Inoltre è importante precisare che la buona riuscita della tua cura ci sarà se sarai costante e paziente in ciò che farai, per evitare che le tue azioni siano vane e poco efficaci.

Inizia quindi a essere regolare nella pulizia dei denti, che va di pari passo anche con la pulizia della tua bocca. Usa, dopo i pasti, lo spazzolino con il dentifricio e il filo interdentale per pulire a fondo la dentatura. Questo è il primo passo, ma anche il più importante perchè è molte volte il cibo che produce, ristagnando nella bocca, quello sgradevole odore che senti.

Fatto il lavoro di pulizia orale, puoi aiutarti con delle caramelle alla menta o con dello spray per l’alito. Ricordati però che queste azioni sono temporanee e da usare solo in casi estremi.